Speciale Sanavìo

Per Piero Sanavio 

SPARTIACQUE

di Graziella Sidoli 

Il camice bianco aveva parlato: malattia era la sentenza. Ci furono altri camici e ciascuno negava il precedente. I rami erano nudi ora vedeva il blu non celato dallo smeraldo di primavera. I tigli avevano sussurrato nell'osso logoro, e il loro profumo era rimasto nel cotone e la seta del suo lungo e ultimo viaggio nella luce di California.

Non toccò a lei espirare in questo ghiaccio, toccò a un suo amico nobile amante dell'avventura della vita. E ora lei stava sulla faglia non riuscendo a capire se la falciata era alla soglia della sua camera, o se per ora solo sogghignava.

4-7 gennaio 2019