LIBERTA' E LIBERAZIONI

Settantacinque anni dalla Liberazione di Roma

NON DIMENTICARE

"Il progetto di una pubblicazione sull'entrata a Roma degli alleati liberatori il 4 giugno 1944.è nato come eco di un bisogno diffuso tra tanti italiani: non dimenticare.

Così presentavo il mio libro "4 giugno 1944, Roma libera" edito dalla Edup in occasione del sessantesimo anniversario della liberazione della Capitale d'Italia.

Non dimenticare e conoscere è necessario per vivere con consapevolezza il nostro tempo e riconoscere sempre, per combatterli, atteggiamenti, parole, comportamenti che ripercorrono le tragiche strade che portarono il nostro paese e l'Europa al Fascismo e al Nazismo. In una società nella quale dominano immemoria, incompetenza e dimenticanza è necessario conoscere la Storia come un complesso di memorie, testimonianze, documenti e accadimenti incontrovertibili.

In occasione del settantacinquesimo anniversario (passato, naturalmente, sotto silenzio sia dal governo nazionale sia dal governo della Capitale) per "non dimenticare" quella data importante per tutto il mondo che si batteva per la riconquista della libertà e contro la ferocia nazi-fascista che aveva insanguinato e distrutto l'Europa, ripropongo l'introduzione di Nicola Tranfaglia. 

IL DIRITTO E IL DOVERE DI RICORDARE

di Nicola Tranfaglia