1968

MUDDY WATERS

Langston Hughes- The Weary Blues

di Cosimo Ruggeri

Dolci blues!
Sgorgati dall'anima d'un nero.
Oh blues!
Con voce profonda di canto e malinconico accento
ho udito il negro cantare, gemere quel vecchio pianoforte:
"Non ho nessuno al mondo,
nessuno tranne me.

Langston Hughes- The Weary Blues

1968. McKinley Morganfield a.k.a Muddy Waters è un musicista famoso che ha già instradato una tonnellata di musicisti inglesi ,e non, con il suo blues del pesce gatto conosciuto anche come Rollin' Stone( inciso da Muddy Waters nel 1950). Si tratta in pratica della rivisitazione del blues inciso da Jim Jackson nel 1928 per l'etichetta Vocalion,una sottoetichetta della Decca. Titolo del disco Jim Jackson's Kansas City Blues. Da quel blues hanno preso il nome sia il gruppo musicale The Rolling Stones (un gruppo di suoi adepti, come detto sopra), sia la rivista musicale Rolling Stone, fondata nel 1967 da Jann Simon Wenner e dal critico musicale Ralph Gleason ( cofondatore insieme a James Lyons del Monterey Jazz Festival ) che ancora oggi pubblica mensilmente insiene a 2120 S. Michigan Avenue. La Chess Records dei fratelli immigrati polacchi Leonard e Philip Chess (in verità Lejzor e Fiszel Czyż) era ormai un mito ma la fine degli anni sessanta ne determinerà anche il suo declino. E la Chess ebbe con sé musicisti memorabili come Muddy Waters, e personaggi come Billy Davis che abbandonò la Motown di Dedroit - dopo avervi collaborato insieme a Berry Gordy dalla fine degli anni Cinquanta - per trasferirsi alla Chess, dove rimase fino alla fine degli anni sessanta, diventando A&R. Qui produsse e scrisse per Etta James, numerosi pezzi tra cui All I Could Do Was Cry ,una canzone che parla di un triangolo amoroso, offerta da Billy Davis prima di tutti ad Aretha Franklin, alla quale, però, il padre predicatore proibì di cantarla. Nella sua produzione, tra le altre composizioni Fontella Bass e - il 7 ottobre del 1967 - la canzone ("Your Love Keeps Lifting Me) Higher and Higher", cantata da Jackie Wilson, raggiunse il primo posto della classifica della rivista Billboard. .Nel 1968 per la Chess Records esce il disco di Muddy Waters intitolato Electric Mud, il blues era diventato elettrico già quando i musicisti afroamericani si erano trasferiti dal sud ( dove suonavano con strumenti acustici) al nord in cerca di fortuna cercando di scappare da Jim Crow e dalle sue leggi.Il disco ebbe anche un discreto successo arrivò al numero 127 della classifica della rivista Billboard. Billy Wilson lasciò la Chess pochi mesi prima che fosse venduta per andare a lavorare per l' agenzia pubblicitaria McCann Erickson per la quale scrisse il famoso jingle della Coca-Cola I'd Like to Teach the World to Sing (In Perfect Harmony)".Nel 1968 la Chess tentò di fare incidere ai suoi due assi (Muddy Waters e Howlin Wolf ) un disco con chiara ispirazione alla musica dell' epoca. Furono rimpiazzati i musicisti che spesso suonavano con Muddy Waters con altri più propensi all'esperimento e più esperti nel sound di quel periodo . La musica fu invasa di effetti, . come il pedale wah-wah e il fuzzbox. Furono usati anche il sax e un organo elettrico suonato da Charles Stepney il quale produsse anche il disco insieme al figlio di Leonard Chess, Marshall Chess, entrato a far parte del business musicale alla tenera età di sette anni accompagnando il padre nelle visite alle radio e poi aiutandolo con l'attaccare le etichette sui dischi e anche caricando i camion. Il disco vendette150.000 copie nelle prime sei settimane di uscita. Ma in America il disco fu stroncato duramente, mentre in Inghilterra ricevette un buona accoglienza.Il bassista dei Led Zeppelin , John Paul Jones si ispirò a Electric Mud per scrivere il brano Black Dog, contenuto nell'album dei Zeppelin IV del 1971. Il disco uscì il 5 ottobre 1968 per la Cadet Concept , l'eichetta sussidiaria della Chess fondata da Marshall Chess. Con questo disco Marshall voleva fare di Elecric Mud un concept album e non un disco psichedelico. Secondo il figlio di Leonard Chess, il disco non voleva imbastardire il blues di Muddy, ma voleva raggiungere anche un pubblico amante della psichedelia. Muddy Waters l'anno seguente registrò After the Rain che suonava sulla falsa riga di Electic Mud . Secondo Peter Cosey quando Muddy entrò nello studio chiese di suonare qualcosa nello stile del disco precedente. Nella sua autobiografia dal titolo "The Mojo Man", Muddy Waters afferma che l'album Electric Mud era spazzatura e che,nonostante il disco avesse venduto tantissimo nei primi giorni della sua uscita, dopo un po' venne rimandato indietro perché gli ascoltatori stentavano a credere che quello fosse un disco di Muddy Waters. Sulla scia del successo di Electric Mud , anche Howlin Wolf registrò un album psichedelico dal titolo The Howlin' Wolf Album che sulla copertina recitava This is Howlin' Wolf's new album. He doesn't like it. He didn't like his electric guitar at first either." Ma questa è un'altra magnifica storia dei caldi anni 60. Nel 1969 i fratelli Chess vendono, per 6½ milioni di dollari e 20 mila azioni della GRT, la gloriosa Chess Records alla General Recorded Tape (GRT) che prevalentemente produce casette stereo 8 e musicassette. Secondo Dick LaPalm, che lavorò per la Chess, i proprietari della GRT erano più interessati alle cassette stereo 8 che alla musica stessa. Nell'ottobre del 1969 Leonard Chess muore di attacco di cuore. I dolci blues gli sopravvivono