VENTO BLU 

a cura di Eleonora Manzi 

Yun Dong Ju è uno dei poeti della letteratura coreana del Novecento più amati in Corea. Vissuto tra il 1917 e il 1945, nel pieno della colonizzazione giapponese, è considerato uno dei principali poeti della resistenza nel suo Paese. I testi della sua raccolta pubblicata postuma Cielo, vento, stelle e poesia - che per questa edizione italiana è contenuta in Vento blu - riguardano l'intero periodo della sua produzione letteraria, dal 1934 al 1942, e mostrano la graduale crescita artistica e spirituale del poeta. Una crescita che aiuta a comprendere meglio l'importanza dell'interiorità, in senso poetico, e lo sviluppo di una resistenza di carattere diverso rispetto a quella messa praticamente in atto dai coreani durante il periodo della colonizzazione giapponese.

YUN DONG JU (Longjing, 1917 - Fukuoka 1945) è stato un poeta coreano. Il suo nome d'arte è "Haehwan". Morì prigioniero nel carcere di Fukuoka. La sua raccolta principale, pubblicata postuma nel 1948, è intitolata Cielo, vento, stelle e poesia e ha reso il poeta una delle voci più popolari dell'Est asiatico.

Eleonora Manzi (Roma, 1994) è laureata in Lingue e Civiltà Coreane. Nel 2018 ha ottenuto un master universitario in "Traduzione e adattamento delle opere audiovisive e multimediali per il doppiaggio e il sottotitolo". Ha collaborato con il festival di cinema asiatico "Asiatica Film Festival" di Roma. Da tempo si occupa del poeta coreano Yun Dong Ju attraverso la traduzione e divulgazione della sua opera.