Le Parole tra Noi

ANTONIO SPAGNUOLO,

DA ISTANTI O FRENESIE,

(ed. puntoacapo).

Sta per scadere il tempo!

Ho riordinato alcune idee bislacche

per ingannare la rete, e il sotterfugio

non perdona gli errori ormai incalliti,

le forzate astensioni delicate

a magiche pozioni, cupide e svogliate insieme.

Stormire la memoria quasi al ramo

infinitamente frondoso, ma impotente,

per segnare gli appunti già confusi

con la paura del vuoto,

già tradotti nello sguardo devoto

che dall'alto ha quel graffio che collega le ombre.

In queste attese armonizzo il ritorno

anche se il tempo scade senza scampo.

****************************************************

Ammiro questa cronaca sconnessa:

giunge il tempo degli smarrimenti,

ed io ho smarrito i ricordi!

Non basta consolare l'ultima pazienza,

la confusione degli arcobaleni,

lo sguardo rattrappito di desideri segreti.

Confuso a generare l'ansia del pudore,

insabbiato,

voluttuosamente ironico

traccio capezzoli incomprensibili,

boccheggio alla consegna delle immagini,

perché appartengono ad una storia

superstite, vicina la furto delle brevi ore

che comprendono l'assurdo

indurimento.